Flora e fauna

Caratteristiche. Ha corpo molto allungato coperto da squame piccole e sottili. La bocca è molto piccola, obliqua e rivolta verso l'alto. La pinna dorsale è continua ed è composta da circa 30 raggi, metà spiniformi e metà molli. Piuttosto piccole le pinne ventrali e anali, composte rispettivamente da 1 e da 3 raggi spiniformi e da raggi molli.Occhi molto grandi e pinna caudale con una netta incisione al centro. La Boga può raggiungere una lunghezza di 30 centimetri e un peso di circa mezzo chilo. La sua colorazione va dal verde argentato del dorso al quasi bianco del ventre. Le pinne hanno lo stesso colore del dorso, tranne le ventrali che sono praticamente bianche. Sui fianchi, sotto la linea laterale troviamo quattro o cinque linee longitudinali di un bel colore dorato.

Caratteristiche. Ha il corpo abbastanza allungato e schiacciato lateralmente, con profilo arrotondato e occhi grandi situati sulla sommità del capo. Anche la bocca è molto grande. Presenta un grosso tentacolo frangiato sulla narice, sotto gli occhi.

Caratteristiche. Può raggiungere i cinquanta centimetri di lunghezza e i sei chilogrammi di peso. Viene anche chiamata Arigusta o Aligusta. Il corpo è completamente rivestito da una spessa corazza che, sull'addome, si divide in segmenti collegati da una robusta guaina cartilaginea. Ha due lunghissime antenne e le zampe dotate di acuminati unghioni. Il dorso e la base delle antenne sono disseminate di spine, gli occhi sono posti alla sommità di peduncoli mobili. La coda si apre a ventaglio per permettere il nuoto in acque libere, che avviene a ritroso, come i gamberi. Il suo colore è rosso soltanto quando è cotta.

foca_monaca.jpg

Ancora intorno agli anni Venti le nostre isole erano dimora delle foche. Qualcuno ne ricorda il muggito sonoro, da cui il nome popolare di "bue marino". La fantasia della gente su tali suoni, di solito amplificati da cavo delle grotte da cui provenivano, ha ricamato terrificanti racconti. Il fatto pero' che dimorassero nelle grotte dimostra come da allora esse non avessero spazio vitale all'esterno, sulle coste dell'isola, e che fossero combattute dai pescatori, con i quali erano in aperta, accanita, mortale competizione. Si sa per certo che la grotta "azzurra" e la grotta sottostante la Torre fossero abitate da foche.

Caratteristiche. Il suo corpo ha forma romboidale ed è più largo che lungo. La coda è lunga e affusolata e alla sua attaccatura ha due spine velenose. Le pinne pettorali formano angoli acuti e hanno il lato posteriore convesso. A prima vista potrebbe essere scambiata per Trigone, più comune sulle nostre coste, ma a un attento esame si notano subito le differenze.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione Cookie dell'informativa sul trattamento dati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.